MURA MEDIOEVALI

Monselice presenta resti delle cinta murarie che già sul finire del Trecento definivano l’area perimetrale del borgo. Una mappa del Settecento segnala la successione delle cortine murarie aventi per epicentro il Mastio Federiciano posto in cima alla Rocca e degradanti verso la zona pedemontana, fino a concludersi con la cerchia più esterna a pianta quadrangolare. I tratti murari superstiti si snodano, con varia soluzione di continuità, da via Argine Destro sino alla Torre Civica e da questa alla torre all’angolo di via Ossicella per poi riprendere soltanto oltre S. Martino, dove iniziano ad arrampicarsi, passando dietro villa Duodo, sino a raggiungere la zona della Rocca.
Le strutture merlate hanno uno spessore di poco superiore al metro; la sezione muraria è costituita da conci in trachite di varia dimensione. Trattandosi della perimetrazione più esterna, la si potrebbe supporre di epoca carrarese, probabilmente costruita su precedenti strutture ezzeliniane.
Delle sette porte esistenti in origine, rimangono quattro varchi: porta “Padova”, porta “della Giudecca”, porta “della Pescheria”, porta “Valleselle”.

 

Info:

Comune di Monselice 0429.786911.